Tuesday, November 25, 2003

Ogni tanto torno a Pest e mi accorgo di quanto sia lontano l'anno scorso. Tuttavia l'Ungheria mi regala ancora cose nuove: filari di viti di Tokaj che crescono sul suolo consacrato di un cimitero, incuranti della sacralità del luogo, un funerale di fine novembre in un paesino dove ancora si viaggia con i carretti trainati dai cavalli, la festa per la dipartita del congiunto celebrata con abbuffate di porco e palinka, il pattinaggio al Varosliget e l'operetta alla Operetthaz.
Poi ritorno al servizio civile...